Una squadra giovane e dinamica

Una storia che viene da lontano

 
Nel suo incontro con Papa Francesco pochi mesi prima di morire avvenne che fosse proprio il Papa a baciargli la mano.

Il percorso del progetto è stato tratteggiato da don Michele de Paolis, sacerdote salesiano costruttore di futuro, nato in cielo il 29 Ottobre 2014 a 93 anni. Molte sono le sue opere volute in America Latina e in Capitanata, tra cui la Comunità Emmaus, il Villaggio don Bosco e per ultima l’Associazione Terra Promessa fortemente voluta per dare ai giovani consapevolezza che ogni terra è quella giusta . Amava leggere e-book, usare il tablet per inviare e-mail, commentare post su Facebook e incontrare i giovani nei pub.

Insieme abbiamo co-creato il progetto e abbiamo condiviso il sogno con queste parole:

 
 

"Vediamo un futuro possibile per la nostra terra. Vediamo giovani che non fanno più le valigie, ma che preparano posti letto per accogliere amici da tutto il mondo.
Crediamo questo futuro che già vive nel nostro presente, e nei cuori di molte persone che amano la Puglia"

Don Michele de Paolis - G. Savino

 
 

Non può esistere futuro senza che si abbia piena coscienza di dove si sta andando

Nella sua visione c’erano due elementi fondamentali: dare fiducia ai giovani, aiutandoli a credere in se stessi, dando loro speranza di futuro. Nasce così l’idea di VàZapp che punta, attraverso la creazione dell’ecosistema di relazioni nell’hub, a dare input nella vita e nel lavoro.

 
 

La relazione fa crescere nell’amore. Quello che resta per davvero è l’uomo, la sua gioia e le sue relazioni.
Niente di questo sarà mai distrutto!
Non ti addormentare. Non lasciarti vivere senza consapevolezza.
Non vivere senza comprendere che ogni momento della tua vita è un evento.

don Michele de Paolis