Fuori dalla Cassetta alla Fiera del Levante

35.000 firme per la nostra petizione
10 settembre 2015
Lettera a un papà agricoltore: “voglio ridare dignità ai tuoi anni di sacrificio e povertà”
23 settembre 2015
Mostra tutto

Fuori dalla Cassetta alla Fiera del Levante

È proprio vero che se credi fortemente nel tuo sogno, prima o poi si realizza.

Così è accaduto ai ragazzi di Va’zapp’,l’hub rurale di Foggia (primo in Puglia), che hanno esportato il loro format motivazionale fuori dai confini locali.

La Regione Puglia li ha fortemente voluti nell’ultimo giorno di uno dei più importanti appuntamenti del nostro sud: la Fiera del Levante. Domenica 20 settembre, Padiglione 152 Regione Puglia (ingresso Fontana Monumentale),dalle ore 16 alle 18 Agorà della Partecipazione, appuntamento con #fuoridallacassetta- Sogni, innovazione e zappe.

Nel corso della giornata dedicata ad Antonio Facenna, la Fiera del Levante presenterà il format di condivisione e confronto che rimescola la sostenibilità e racconta storie di vita di giovani che hanno scommesso il loro futuro in questa terra. Perché ogni giovane ha una storia da raccontare, un’ancora che lo ha tenuto sul territorio e che lo ha fatto desistere dal fare le valigie e andar via.

L’appuntamento di domenica sarà l’occasione per portare fuori dalle cassette, i sogni e i progetti di molti ragazzi che hanno deciso di restare, per motivare chi non ci crede più. Uno storytelling motivazionale che racconterà storie, ma anche dubbi e paure dei giovani che risponderanno alla domanda sul “Perché è bello restare in Puglia”.

L’evento di Va’zapp’,organizzato a Foggia due mesi fa presso l’anfiteatro del grano (realizzato per l’occasione grazie all’aiuto di giovani architetti e volontari provenienti da tutta la provincia), sarà riadattato alla Fiera ricreando una location rurale, strettamente legata alla terra.

Ma i giovani resteranno i veri protagonisti con i racconti delle loro attività in una regione particolare e ad alta vocazione agricola come la Puglia. Le storie di agricoltori, enologi e ricercatori universitari testimonieranno come il cambiamento, nonostante le molteplici difficoltà, sia possibile.

Perché una lunga vita felice non è un sogno, ma per qualcuno è già realtà.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *